Carta da parati in bagno? Ecco perché dire di sì!


Carta da parati in bagno? Ecco perché dire di sì!

La carta da parati non gode di una buona reputazione. Fino a qualche anno fa era pressoché sparita dal mercato, tanto che trovarla era diventato un evento più unico che raro, soprattutto per il bagno.

In generale, i problemi più grandi che si riscontravano con questo prodotto erano i seguenti:

  1. Ingiallimento progressivo nel tempo e distaccamento: spesso le carte da parati in bagno tendevano ad assorbire l’umidità ingiallendosi molto facilmente e perdendo colore. Oltre a questo si correva il rischio che iniziasse a staccarsi e a sfogliarsi in vari punti;
  2. Pulizia impossibile e cattivo odore: per pulire la carta da parati servivano macchinari specializzati e tecnici dedicati. Il che aveva un costo elevato, e solitamente il risultato lasciava molto a desiderare. Spesso il cattivo odore rimaneva, dato che una pulizia profonda non era comunque possibile, rendendo gli ambienti sgradevoli;
  3. Sostituzione costosa e difficile: se si decideva di cambiare la carta da parati, ci si doveva mettere il cuore in pace e accettare che ci sarebbe voluto molto tempo e denaro. La rimozione era un processo lungo che spesso finiva con il rovinare la parete sottostante, che andava poi sistemata prima che fosse possibile attaccarvi una nuova carta da parati.

Non è un’immagine molto attraente. Soprattutto in un ambiente come il bagno, dove la pulizia e la freschezza sono elementi imprescindibili. Una carta da parati spelata, ingiallita, maleodorante è sufficiente a rendere qualsiasi stanza inabitabile.

La carta da parati oggi

Oggi, però, tutto è cambiato. Il trend si è invertito, con la carta da parati che ha iniziato a fare la sua comparsa nelle case di pochi coraggiosi clienti, disposti a dare fiducia alle nuove tecnologie e ai materiali che hanno fatto successo in questo campo.

L’affidabilità del prodotto ha convinto sempre più persone che la carta da parati in bagno sia la scelta giusta. Ecco un elenco dei motivi principali per cui fare questa scelta:

  1. Le nuove carte da parati sono impermeabili, quindi non assorbono umidità o acqua, rendendole molto più resistenti e durature nel tempo ed eliminando per sempre quell’ingiallimento tanto fastidioso che tanto detestavamo.
  2. Non assorbono gli odori, quindi possiamo dimenticarci ambienti stantii e maleodoranti.
  3. Sono facilissime da pulire. Dove prima era necessaria una squadra di pulizia specializzata, oggi basta una spugna!
  4. E se ci stanchiamo e vogliamo cambiarla? Anche il processo di rimozione della carta da parati si è evoluto, anche grazie al tipo di colla che viene utilizzata per attaccarle.

Se poi la nostra scelta su dove mettere la carta da parati ricade sul bagno, meglio ancora. Esistono aziende con linee dedicate di carte da parati in bagno. Si possono abbinare sia agli arredi sia alle piastrelle, e inoltre, data l’impermeabilità, sono ideali per un ambiente umido come il bagno. Ci sono anche altre che sono studiate apposta per dare un senso di maggiore profondità al bagno, o altre ancora che sono fatte in fibra di vetro, apposta per essere messe sulle pareti della doccia.

Insomma, è un coraggioso mondo nuovo quello delle carte da parati in bagno, e con tutte queste nuove possibilità non sorprende che sia uno degli elementi di arredamento più richiesto ai nostri arredatori!

C'è 1 comment

Add yours