Cucina isola o cucina penisola?


Cucina isola o cucina penisola?

La cucina, nel nostro paese, non è solo un luogo o un’attività, è una vera e propria opera d’arte!  Non sorprenderà quindi sapere che è anche l’ambiente a cui si dedica più attenzione e cura quando si tratta di arredamento.

Le cucine con isola e quelle con penisola rappresentano in ogni contesto soluzioni affascinanti, moderne, funzionali e alla moda. Proposte che diventano sicuramente la prima opzione nel caso si voglia creare un open space in cui la cucina è la protagonista di un ambiente equilibrato, coordinato e in dialogo con la zona pranzo ed il soggiorno. Una nuova concezione di cucina quindi, che supera l’idea tradizionale di ambiente preposto alla preparazione dei pasti, ma che diventa spazio di riunione della famiglia e ambiente ideale di socialità e condivisione di tempo con amici e parenti.

 

Le cucine moderne con isola…

…sono composizioni che oltre alla tipica parete lineare con basi, pensili ed elettrodomestici, hanno anche una base chiamata “isola” che, staccata da tutto il resto, può essere posta in centro alla stanza, creando una divisione ma anche una continuità degli spazi. Possiamo scegliere tra isole attrezzate con piani cottura o lavelli, o isole composte da basi contenitori sotto e piano di lavoro sopra. Tutto dipende dalle nostre necessità e abitudini, perché una cucina non deve essere solo bella, ma prima di tutto funzionale.

Questa soluzione rappresenta quindi l’evoluzione massima di una cucina “open space”, dove tutto, dalla progettazione all’installazione, gira intorno allo spazio a disposizione.

Sei interessato ad una cucina isola? Ecco le cose che dovresti valutare:

  1. Fai attenzione allo spazio ideale. Questo genere di cucina trova il suo contesto ideale negli ambienti più ampi!
  2. Pensa all’utilizzo. Come ti muovi in cucina? Quali sono le tue abitudini? Come organizzeresti l’isola? E’ fondamentale porsi sempre domande del genere per avere una totale ergonomia.
  3. Di quanto spazio hai bisogno? E qui non è da intendersi spazio materiale, ma scompartimenti, basi attrezzate con cassettoni, colonne a estrazione totale e vani a giorno.

 

Una cucina con penisola…

…invece, proprio come la sua controparte geografica, è semplicemente un naturale prolungamento della parete cucina, che aggiungendo un piano d’appoggio raggiungibile da più lati, diventa un ottimo alleato, come zona preparazione, ma anche per aperitivi a buffet con amici, o perché no, con l’ausilio di qualche sgabello, per pranzi e cene veloci.

La sua continuità la rende sicuramente una scelta più pratica in caso di spazio non eccessivo. Anche in questo caso il nostro suggerimento è quello di valutare bene la composizione dell’ambiente, per disporre al meglio elettrodomestici e basi, e rendere la vostra cucina funzionale.

Il nostro consiglio? Progettare bene! Non fermatevi a riflettere sulla cucina come parte a sé, dobbiamo studiarla in funzione al resto della casa.

La cosa più importante è scegliere la soluzione che più si adatta ai vostri gusti e che, contemporaneamente, tiene in considerazione l’arredo in relazione alla casa, alla sua forma e dimensioni. Il progetto iniziale deve essere fatto con cura, valutando bene i pro ed i contro, non sottovalutiamo quanto un arredatore esperto possa esserci utile in questa fase. In fin dei conti, se la cucina è un’arte, vale la pena affidarsi ad un artista per arredare la vostra!

 

C'è 1 comment

Add yours