Cucine Bicolore: il trend semplice e moderno che sta conquistando tutti.


Nel mondo dell’arredamento, stare al passo con le ultime tendenze è un impegno a cui non si può rinunciare. Stili, forme e colori sono in continua evoluzione, nuove mode nascono e scompaiono ogni anno. Piccole, medie o grandi aziende non importa: la parola d’ordine è novità!

Un trend che non demorde, anzi, che di anno in anno viene riconfermato, è quello delle cucine bicolore, che sfruttando le combinazioni di colori, rende le cucine moderne e contemporanee più dinamiche.

Mentre nelle cucine in stile classico si predilige l’uniformità dei colori, che con forme più lavorate donano allo stesso tempo movimento e decorazione, le linee pulite dei modelli contemporanei rischiano di annoiare e di cadere nel monotono. Il piano di una cucina è sempre di un colore diverso rispetto alle ante, ma questo è sufficiente? Non sempre. Potremmo ravvivare l’ambiente inserendo dettagli di un colore a contrasto, come ad esempio un bel verde su sfondo grigio, ma attenzione: anche troppo colore alla fine stanca e se si esagera si rischia di rimpiangere la scelta. Quindi sbizzarritevi con i colori più strani: rosso, viola, arancione, blu o indaco! Lasciate che sia il vostro gusto a dettare legge, non ci sono regole, il vostro colore preferito non potrà che rallegrare l’ambiente e abbellire la vostra cucina. Tenete però sempre a mente, colore sì ma a giuste dosi!

Abbiamo inoltre una soluzione anche per chi non ama i colori accesi. L’alternativa è scegliere colori diversi per le ante dei pensili e quelle delle basi, usando il piano di lavoro come fosse una linea di demarcazione, il contorno di un disegno da colorare. Si potrebbe optare per uno stacco deciso, come basi nere e pensili bianchi, o addirittura pensili bianchi e basi effetto legno. Sicuramente, se avete un pavimento con piastrelle particolari, queste verranno messe in risalto. Se invece preferite uno stacco meno pronunciato, si può giocare con i toni del beige, del grigio o del bianco, enfatizzando le differenze, magari scegliendo per basi o pensili un effetto materico particolare (l’effetto cemento, ad esempio, è molto versatile).

Certo non è semplice, ma se vi trovate in difficoltà, rivolgetevi ad un arredatore esperto nel settore, che sappia aiutarvi anche solo a capire quale tra i due stili più diffusi di cucine bicolore fa al caso vostro, riuscirete certamente a trovare un progetto che non sia solo bello e di qualità, ma giusto per voi e la vostra casa. L’arredamento è una scelta che va fatta con cura: un progetto ben disegnato, che non si abbandona al design sacrificando la funzionalità, è sempre la base migliore da cui partire.

Le possibilità sono infinite, l’unico limite è la nostra immaginazione…

C'è 1 comment

Add yours