Mobili per Salotto – troppo o troppo poco?


Parliamo di una delle stanze chiavi di ogni abitazione, il salotto. A tutti gli effetti, è il biglietto da visita della casa, è dove accogliamo gli ospiti, dove ci ritroviamo con la famiglia e con gli amici la sera.  È forse per questo che i mobili per salotto sono una delle prime cose che cerchiamo quando entriamo in un negozio di mobili?

Mobili Classici vs Moderni

Arredamento moderno o classico, divani trasformabili o semplici, scaffali o cubi? Le scelte sono infinite, e senza un arredatore esperto è spesso facile perdersi tra colori, modelli e stili.

Ma la più grande preoccupazione di tutti è quasi sempre la stessa: troppo o troppo poco? I mobili per salotto, seguendo le ultime tendenze, sembrano diventare ogni anno più piccoli. Dai grandi mobili TV che ricoprivano intere pareti, ora abbiamo basi TV basse e compatte. Dove una volta trovavamo boiserie con ante alte fino al soffitto, ora si prediligono dei bussolotti componibili, meglio se sfalsati o di forme e lunghezze diverse. Gli spazi a disposizione per i nostri effetti personali, almeno a prima vista, sembrano essere sempre meno, in favore di uno stile sempre più minimale. La soluzione sembrerebbe quella di dover semplicemente mettere più mobili rispetto al previsto nel proprio soggiorno, ma così facendo la stanza ci sembra più piccola e più disordinata man mano che aggiungiamo mobili. Ecco quindi il dilemma, troppo o troppo poco?

La buona notizia è che la risposta è semplice. Nessuno dei due!

Sì, i mobili sembrano piccoli, ma la verità è che sono semplicemente più puliti. L’arredamento italiano è cambiato molto negli anni, perdendo molti dei fronzoli e decorazioni che lo rendevano caratteristico, favorendo la qualità dei materiali e l’innovazione. Gli spazi non sono stati sacrificati, sono semplicemente stati ripensati in forme nuove, nascosti da linee più semplici, ma sempre uniche e mascherate da colori e materiali che prendono il primo piano.  Un catalogo può aiutare molto nella prima scelta, anche se poi decifrare da soli i dettagli più tecnici sembra un lavoro da ingegneri. 

Non ci servono boiserie quando uno scaffale, posizionato bene e della giusta profondità, può offrirci lo stesso servizio, e magari anche dare movimento a una parete giocando con altezze e posizioni. Una base TV ben studiata e scelta con cura dà tanta stabilità e importanza ad un salotto, oltre a fornirci spazi dove custodire DVD, documenti, album di foto e quel servizio di piatti che usiamo solo a Natale, per far vedere alle madri che almeno una volta l’anno il servizio buono lo usiamo!

E se comunque non bastassero? Le madie stanno facendo il loro grande ritorno. Mobili compatti ma mai piccoli, spesso con ante scorrevoli o sistemi di push and pull. Ogni mobilificio oggi ne produce in stili e forme sempre più varie. Essendo basse non tolgono “aria” alla stanza, coprendone le pareti per intero. Anche una libreria a parete, pur se sembra un controsenso, se dei giusti colori e con il giusto gioco di spazi e scaffali, può arredare senza soffocare.

Vi sembra comunque difficile? Non c’è da preoccuparsi. In fin dei conti, non siamo tutti architetti! La soluzione è affidarsi a un arredatore esperto, che saprà aiutarvi e a rendere la vostra idea di casa una realtà concreta, trovando le soluzioni migliori. L’arredo del soggiorno sarà più semplice da scegliere con i giusti consigli.

C'è 1 comment

Add yours